Come scegliere il tuo ventilatore da soffitto

Cómo elegir tu ventilador de techo

» Consulta la guida "Come scegliere il tuo ventilatore da soffitto"

 

 

Asistente de compra

 

1. Il diametro del ventilatore

 

Dal punto di vista funzionale, il fattore più importante da tenere in considerazione quando si sceglie un ventilatore è, certamente, la sua dimensione.

 

Quanto maggiore sarà il diametro, cioè la lunghezza delle pale, maggiore sarà il volume dell'aria mossa dal ventilatore da soffitto.

 

È importante scegliere un modello con sufficiente capacità di ventilazione. Consigliamo di optare sempre per il ventilatore più grande possibile. Perché? È più silenzioso e inoltre consuma meno un ventilatore grande a bassa velocità che uno piccolo a velocità alta. Assicurati, in ogni caso, che le dimensioni siano compatibili, anche dal punto di vista estetico, con l'ambiente in cui si vuole installarlo.

 

In generale, il rapporto tra l'area da climatizzare e il diametro minimo del ventilatore da soffitto è il seguente:

 

● Fino a 13 m²: ;: ventilatore di non più di 107 cm di diametro

 

● Tra 13² e 18 m²: ;: ventilatore di diametro tra 107 cm e 132 cm

 

● Più di 18 m²: ;: ventilatore di diametro a partire dai 132 cm

&Si tenga presente che un ventilatore di 132 cm di diametro può andare bene per spazi fino a 27 m², e in particolari condizioni, persino fino a 36 m². In ambienti più grandi è consigliabile installare più d'un ventilatore, lasciando una distanza di 3 o 4 m tra l'uno e l'altro (misurata dal centro degli apparecchi).

 

Se il soffitto della stanza è inclinato, assicurati che il ventilatore supporti questo tipo di installazione e che le pale non tocchino il soffitto girando. Nel caso in cui non ci sia sufficiente spazio tra le pale del ventilatore e il soffitto, è consigliabile sceglierne uno più piccolo, o - se il modello lo supporta - montare un bracco più lungo, venduto separatamente.

 

2. Con o senza luce

 

Il secondo fattore da considerare è la presenza o meno della luce.

 

Spesso un ventilatore viene installato in sostituzione di un lampadario. In tal caso, a meno che non si disponga di una fonte di illuminazione differente, è raccomandabile optare per ventilatore da soffitto con luce. Va tenuto presente, tuttavia, che la funzione principale di un ventilatore è quella di climatizzare, non di illuminare: il livello di luce in grado di generare un ventilatore è solitamente discreto, però, ovviamente, quante più lampadine supporta più illuminerà.

 

3. Telecomando, catenella o controllo a parete?

 

Uno dei punti che più confusione genera tra i nostri clienti riguarda l'azionamento del ventilatore da soffitto. Esistono tre tipi di azionamento :Regulador de pared de un ventilador de techo

 

● Catenella: una per la luce, una per le varie velocità

 

● Telecomando: consente di controllare in maniera indipendente la luce e le pale. La maggior parte dei ventilatori venduti sul nostro sito non è dotato di telecomando, che però, nella maggior parte dei modelli, può essere aggiunto successivamente . È possibile acquistare il kit con ricevitore e telecomando nella nostra sezione telecomandi per ventilatori da soffitto..

 

 Comando a parete: solitamente consiste in un interruttore per la luce e un selettore per le velocità. Questo sistema consente di controllare il ventilatore da uno stesso punto, cosa che può costituire un vantaggio in termini di sicurezza. Un telecomando, invece, può smarrirsi o non essere localizzabile.

 

Quando il ventilatore deve sostituire un lampadario, un dubbio frequente riguarda l'interruttore a parete, poiché spesso non è chiaro se lo stesso interruttore usato per il lampadario possa controllare il ventilatore una volta installato. La risposta è sì, purché il ventilatore disponga di azionamento a catenella o sia dotato di un telecomando con memoria. Tutti i telecomandi disponibili sul nostro sito sono dotati di memoria.

 

In un ventilatore, la connessione per le pale e per la luce sono sempre indipendenti. Nel caso più comune, cioè quello in cui si abbia a disposizione un solo interruttore a parete, si farà un ponte tra le due connessioni e si utilizzerà quella della luce per alimentare sia la lampada che il ventilatore. Per controllare separatamente luce e pale bisognerà usare, dunque, le catenelle.

 

Se, per esempio, lasciamo il ventilatore acceso e la luce spenta -mediante catenella o telecomando- l'interruttore da parete accenderà e spegnerà solo le pale, come se fosse un ventilatore senza luce. Se, al contrario, lasciamo la luce accesa e il ventilatore spento, l'interruttore controllerà solo la luce, come in un normale lampadario. Evidentemente, lasciando l'interruttore a parete acceso, potremo controllare sia le pale che la luce con le catenelle o il telecomando.

 

4. Per favore, che sia silenzioso!

 

"Voglio un ventilatore silenzioso". Questa è un priorità per molti nostri clienti. Ed è normale, infatti, che prima di comprare un ventilatore da soffitto si verifichi che sia il più silenzioso possibile, soprattutto se si ha intenzione di installarlo in camera da letto.

 


Un ventilador de techo de calidad es silencioso¿Un ventilatore da soffitto fa rumore? In generale, no. I fattori che incidono sul livello di rumorosità sono tre:

 

La velocità di rotazione Quanto maggiore la velocità, maggiore il rumore. E ciò non tanto per il motore, quanto piuttosto per il sussulto delle pale. Perciò, come dicevamo prima, meglio un ventilatore grande a bassa velocità che viceversa.

 

● Il tipo di motore: I motori a corrente continua (DC), sempre più diffusi, sono più silenziosi e consumano fino ad un 60% meno rispetto a quelli convenzionali a corrente alternata.

 

● La marca Molto importante, soprattuto perché dalla marca dipende in buona misura la qualità deñ motore. I leggendari ventilatori da soffitto Hunter, per esempio, sono estremamente silenziosi. Pur funzionando a corrente alternata, sono fabbricati secondo standard di qualità altissimi: le bobine in rame, il tipo di cuscinetti e l'alloggiamento del motore, fanno la differenza rispetto ai modelli più economici.

 

Comunque, come già detto, qualsiasi ventilatore di una buona marca (Faro, Hunter, Fanimation, Westinghouse, etc.), sarà silenzioso e adatto alla maggior parte degli usi.  

 

5. Materiali delle pale

 

La maggior parte dei ventilatori monta pale legno, acciaio o plastica.  

 

Il legno è un materiale caldo e facile da abbinare all'arredamento della stanza. Ha però l'inconveniente che può deformarsi con il caldo e l'umidità ed è quindi sconsigliabile in ambienti esterni, cucine o bagni. Normalmente si utilizzano legni laminati per la loro leggerezza e il costo contenuto. Dei tre, il legno è il materiale più delicato.

 

La plastica è invece un materiale durevole, che richiede poca cura, ed è usato soprattutto in ventilatori dal design moderno. Con temperature molto alte può deformarsi.

 

Abbiamo, infine, le pale di metallo , molto resistenti, durevoli e facili da pulire. Le pale metalliche sono tuttavia tuttavia le più pericolose in caso di contatto accidentale con il ventilatore in moto, per cui sarebbe meglio evitarle nelle stanze dei bambini. Risulta invece ideale in ambienti come la cucina.

 

6. Velocità di rotazione

 

La velocità di rotazione può essere un parametro importante a seconda di dove si installa il ventilatore.

 

In una camera da letto, ad esempio, serve un ventilatore che generi una leggera brezza che non dia fastidio di notte. Perciò sarà opportuno scegliere un modello con una velocità minima bassa, tra 70 e 90 rpm: Il modello Bristol, ad esempio. La migliore opzione, in questi casi, resta comunque un ventilatore con motore DC, essendo la sua velocità minima di solo 50 rpm. Due buoni modelli sono il Pemba o il Nias.

 

Se invece si sta cercando un ventilatore per la cucina o per ambienti con fumo e odori, è consigliabile installarne uno con una velocità di rotazione massima alta, sulle 200 rpm. Come già detto, per questi spazi è preferibile un ventilatore con pale metalliche, più durevoli e di facile manutenzione. Esempi di ventilatori di questo tipo sono tutti i modelli della la serie "industrial", cioè l'Indus, il Mini Indus, l'Eco Indus o l'Hunter Industrial. Raccomandiamo di non installare un ventilatore con alta velocità di rotazione in una camera da letto, poiché sia il rumore che l'aria generata sarebbero eccessivi.

Questo sito utilizza cookie per garantirti la miglior esperienza di navigazione. Navigando su questo sito accetti i termini e le condizioni del sito. Visualizza dettagli